Guida in stato di ebbrezza e prelievo del sangue

590470-5x2-lg

Recentemente la Suprema Corte (Cassazione penale, sez. IV, sentenza 01/02/2018 n° 4943)   ha statuito importanti  principi in materia di guida in stato di ebbrezza, di cui all’ art. 186 del Codice della strada.

Nel dettaglio, qualora il soggetto sia coinvolto in un incidente e finisca al pronto soccorso, possono verificarsi  varie eventualità:

– Il personale medico sottopone a cura il paziente/conducente ed effettua, in attuazione del protocollo medico/sanitario, il prelievo del sangue.

In tal caso, poiché  il prelievo si inserisce nell’ ambito della cura e non per acquisizioni  probatorie, il paziente ha  il diritto  di rifiutare il trattamento  sanitario ( tra cui il prelievo del sangue) ex art. 32 della Costituzione.

Tuttavia, ove tale dissenso  sia espresso, il soggetto sara’ comunque condannato per guida in stato di ebbrezza per aver rifiutato il prelievo, anche in assenza di consenso ed anche senza avviso del diritto all’assistenza di un difensore ( art. 114 disp. attuative c.p.p.).

La conclusione consegue a una duplice considerazione. In primis qui l’ accertamento non e’ svolto per acquisire  le prove del reato, ma e’ fatto dal medico in attuazione  della cura  del paziente ed emerge dalla documentazione sanitaria.

In secondo luogo, l’ art. 186 in esame punisce per guida in stato di ebbrezza anche il soggetto  che si rifiuta di sottoporsi ai controlli,evidentemente  non richiedendo  il consenso.

-Il personale medico non sottopone a cura il paziente,ma effettua il prelievo su richiesta della polizia, per acquisire la prova dello stato di ebrezza.

In tale eventualità, diversamente dalla prima, non c e’ nessun obbligo di cura che giustifichi il prelievo.

Il personale  sanitario  agisce quale longa manus della polizia, la quale ultima si serve  di tali soggetti  per acquisire  le prove della guida sotto l’ effetto dell’ alcol.

Dunque sara’ necesssario il consenso del conducente, oltre all’ avvertimento di nominarsi un difensore. Se il soggetto dissente, il prelievo di sangue non sara’ utilizzabile come prova.

Riassumendo, l ‘esame del sangue si può rifiutare se richiesto da polizia ma non dai medici( quando è solo una conseguenza della cura sanitaria).

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...