Favorevole al Crocifisso nelle aule… ma senza farci una questione di fede…

Recentemente la Corte dei Diritti di Strasburgo, ha confermato la possibilità che il Crocifisso permanga nelle aule scolastiche sostenendo che : “il crocifisso e’ soprattutto un simbolo religioso, ma non c’e’ alcuna prova che la sua visione sulle pareti di un’aula scolastica possa avere un’influenza sugli alunni”.

Nel contempo rammentando “ l’obbligo di rispettare il diritto dei genitori di assicurare la formazione secondo le loro convinzioni religiose e filosofiche”.

Se ne desume che il principio di laicità dello Stato, che va inteso nel senso di neutralità verso il fenomeno religioso( non come indifferenza), va perseguito in altri ambiti,  garantendo la possibilità di essere esonerati dalla frequentazione dell’ora di religione e la libertà di praticare il proprio culto.

Libertà di  professare la propria fede e laicità dello stato,  le quali, perciò, non sono lese dall’apposizione di un simbolo sì religioso, ma non in grado di influenzare alcunché.

D’altronde si tratta di un simbolo rappresentante un personaggio storico realmente esistito, che esprime valori oggettivamente positivi, quali, tra gli altri,  la solidarietà, la fratellanza e l’uguaglianza; per quale ragione andrebbe rimosso? Come può dare fastidio?

Al di là che una persona sia cattolica o meno,  credo che, ove sia in buona fede, non potrebbe in alcun modo venirgli spontanea, alla visione di tale simbolo, l’idea di pretendere l’eliminazione dello stesso, solo in virtù dell’appartenenza a una diversa religione.

Allo stesso modo se un cattolico incontrasse in un luogo pubblico, anche di culto, un’immagine di un personaggio dai comprovati valori , non dovrebbe avere alcuna reazione negativa.

Un esempio è offerto dalla Chiesa del Sacro Cuore in Terni: è presente , all’interno della medesima, la raffigurazione di Gorbaciov accanto a quella del Papa, idea che io trovo bellissima.

Perciò ,a mio parere, la permanenza del Crocifisso, al pari di ogni altro personaggio straordinario nel bene, più che per questioni costituzionali dovrebbe essere garantita in virtù del “buon senso”; sentimento il quale spesso difetta in tutti, compresi i cattolici, proprio perché con la religione non c’entra nulla.

Anche questa, per me, è neutralità….crocifisso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...